↑ Return to Gravidanza

Come rimanere incinta a 40 anni 100% Naturali?!

Rimanere incinta dopo i 40 – senza Farmaci!   

In questo articolo andremo a parlare di un argomento che sta a cuore a molte donne ormai, ovvero quello di riuscire arimanere incinta a 40 anni. Ebbene sì, perché per moltissime donne i tempi si sono davvero allungati: lo studio e l’università che impegnacome minimo fino ai 25 anni, e poi l’ottenimento di un lavoro stabile che in molti casi non sirealizza prima dei 30 anni… di questo passo il matrimonio arriva di solito intorno ai 35 anni, e dunque una gravidanza, la prima magari, si ha quando già si avvicinano i quaranta anni.

Prima di affrontare l’argomento nello specifico però, ci teniamo a sottolineare una cosa: una gravidanza serena, oltre che consapevole, è possibile anche a un’età avanzata; basterà semplicemente seguire alcuni accorgimenti in più.

Come mai è più difficile rimanere incinta dopo i 40? Ebbene, in un’intera vita una donna ha un numero di ovulazioni che si aggira attorno alle 350, massimo 400. Questo numero non è stabile nel tempo, ma va a calare, ciò significa che le ovulazioni sono sempre meno con il passare degli anni. Non solo, oltre al calo nelle ovulazioni, con l’avanzare dell’età aumenta in modo progressivo la quantità di ovociti sì prodotti, ma non del tutto adeguati alla riproduzione, i quali sicuramente porteranno a un aborto spontaneo e a un’interruzione della gravidanza.

rimanere incinta dopo i 40

Diamo anche alcuni dati. Le donne tra i 35 e i 37 anni hanno il 19% di probabilità di non riuscire a portare a termine una gravidanza, percentuale che sale a 25% nella fascia di età tra i 38 ai 40 anni. Se si supera poi la soglia dei 40, la percentuale quasi raddoppia, attestandosi attorno a un 40%.

Da quanto detto finora si capisce bene come concepire a 40 anni è possibile, ma per farlo è bene affidarsi a un medico competente e fidato, che sappia sostenervi con attenzione e con le cure specifiche del caso. Ma vediamo quali sono gli esami da fare in caso di gravidanza in età avanzata. I due esami fondamentali, di solito consigliati dalla maggior parte dei ginecologi, sono la villocentesi e l’amniocentesi, i quali non sono altro che delle indagini diagnostiche per capire se il feto presenta delle alterazioni cromosomiche (il rischio infatti aumenta con l’aumentare dell’età della madre).

Concludiamo offrendo una speranza a quante desiderano una gravidanza anche se si trovano già un po’ avanti con gli anni: restare incinta è sì più difficile, ma non di certo impossibile… e con il passare del tempo e l’avanzare delle ricerche questa possibilità sta diventando sempre più concreta.

come rimanere incinta a 42 anni

Shares