Jelqing Esercizi: Allungare il micropene tra 5 a 10 cm in 16-24 settimane!

Assostefano Bambini E Marfan
Consigli su Jelqing Esercizi

Jelqing Esercizi- L’esercizio per allungare il pene: Se non sei nuovo nel campo dell’allungamento del pene, avrai sentito parlare di Jelqing. In questo articolo parleremo di questa pratica dalle basi, fino ad arrivare alle istruzioni dettagliate su come eseguirlo!

Se non hai mai sentito questo termine, il Jelqing è una pratica che si pensi arrivi dal medio-oriente per allungare il pene. Questo esercizio tradizionale sembrerebbe avere effetti benefici sulla larghezza e sulla lunghezza del pene. Ma come funziona? Noi sappiamo che il nostro pene è composto per la maggior parte di un corpo spugnoso. Un corpo spugnoso che, al fluire del sangue, si allarga sempre di più fino a raggiungere l’erezione.

L’erezione non è quindi altro che un afflusso di sangue al pene. Buono a sapersi no? Dunque, come fa un esercizio ad aiutare ad aumentare le dimensioni del pene? Il discorso è complesso:

Immaginiamo di avere un palloncino, questo, si può riempire d’aria. Più si riempie, più sarà gonfio e rigido. Il pene, come il palloncino ha questo funzionamento, tuttavia, al posto di esplodere come il palloncino, può espandersi leggermente volta per volta. Questo accade perché il corpo del pene è elastico! Sfruttando questa proprietà plastica del pene, il Jelqing lo manipola fino a farne cambiarne la forma, aggiungendo centimetri in lunghezza ed in larghezza.

Questa pratica può essere molto pericolosa se non si fa attenzione. Prima di praticarlo, assicurarsi di conoscere la pratica ed i suoi rischi. Inoltre, non farebbe male contattare un medico in caso di dubbi sulla pratica o sull’esecuzione. Ecco qui la tua guida GRATUITA su: Jelqing Esercizi.

Consigli su Jelqing Esercizi Utili

La pratica del Jelqing è composta principalmente da un singolo esercizio. Con gli anni però, diverse tecniche si sono sviluppate e si sono diffuse nel mondo.

Ne guarderemo e ne commenteremo alcune. Ma prima di iniziare, guardiamo in cosa consiste la pratica e come funziona. Bhe, sapendo che il pene ha una proprietà plastica, sappiamo che è possibile abituarlo ad assumere determinate forme. Basta quindi “forzare” un po’ di sangue all’interno del pene con una pressione superiore a quella dell’erezione per ottenere dei risultati. Il Jelqing però funzione bene solo se ripetuto quotidianamente. Detto questo, guardiamo le tecniche:

  • Jelqing classico

Semplice “massaggio” con l’aggiunta di un prodotto lubrificante.

  • A secco

Analogo a quello classico, ma senza lubrificante. Sconsigliato per chi ha la pelle sensibile.

  • Con l’erezione completa

Pratica del Jelqing ma con un’erezione completa. Può essere molto pericoloso se non si sa quello che si fa.

  • Con bamboo

È possibile, al posto della mano, utilizzare due canne di bamboo. È sconsigliabile e pericoloso, ma alcuni “temerari” insistono nel praticarlo. Nonostante tutte le variazioni possibili, la pratica ha sempre lo stesso meccanismo. Le variazioni sono state pensate per ottenere effetti più specifici, ma spesso sono più rischiose del normale e non portano a veri e propri benefici. È comunque bene elencarle e sapere della loro esistenza. Per saperne di più su: Jelqing Esercizi, continua a leggere.

Jelqing Come Fare l’esercizio?

In realtà, fare Jelqing è molto semplice. Farlo bene un po’ di meno, ma non temere, qui scoprirai tutto quello che c’è da sapere.

Ecco qui le fasi del Jelqing classico:

  • Riscaldamento

È fondamentale fare riscaldamento. Non essendo però il pene un muscolo, bisognerà scaldarlo dall’esterno. È possibile farlo con un asciugamano inzuppato di acqua calda (avvolgendovi il pene) oppure direttamente con dell’acqua calda in doccia o nel bidet. Il mio consiglio è di farlo nella doccia, vedremo dopo i motivi.

  • Preparazione

Una volta riscaldato il pene, si deve far fluire del sangue nel corpo cavernoso. È bene ottenere una moderata erezione. Non bisogna esagerare! L’erezione dovrebbe essere al massimo del 65%, in caso fosse più forse bisognerà attendere. Un’erezione troppo forte può essere dolorosa e danneggiare i tessuti del pene.

  • Lubrificazione

Per eseguire il Jelqing è bene lubrificare il tronco del pene. Per farlo si può usare un qualunque lubrificante, che sia quello per i rapporti sessuali, un sapone, dell’olio, ecc. Il bagnoschiuma è perfetto (un punto a favore della doccia). Evitare di usare saponi non ad uso intimo o sostanze che possono causare irritazione. Assicurarsi di non saltare questo passaggio, soprattutto se si è alle prime armi!

  •  “Milking”

Questa fase, detta anche milking, si propone lo scopo di spremere il pene. È la parte principale dell’esercizio, quindi eseguirla con cura. Si deve formare un anello con pollice ed indice (o con qualunque altro dito) e porlo alla base del pene. A questo punto stringere leggermente e scorrere fino alla punta molto lentamente. Lo scopo è quello di forzare il sangue in tutti i vasi sanguigni del pene. Questa è la cosa più importante che dovresti sapere su: Jelqing Esercizi.

Jelqing Funziona davvero?

Se si pratica bene, si dovrebbe vedere il pene gonfiarsi nell’area della punta. È importante che il gonfiore sia omogeneo. Se il Jelqing viene praticato in maniera non simmetrica e ripetuta, è possibile che si formino imprecisioni nella forma del pene.

  • Ripetere

In una seduta di Jelqing si possono fare circa 30-50 “spremiture” intervallate ogni dieci. È importante iniziare con poche e aumentare.

  • Fine
Jelqing Esercizi
Informazioni su Jelqing Esercizi – Testimonianze

Una volta finito scaldare nuovamente il pene con acqua calda (altro punto a favore per la doccia!).

Molti uomini dichiarano di aver ottenuto dei risultati dal Jelqing. La verità è che la scienza non ha espresso pareri chiari. La pratica può portare benefici in termini di dimensioni e questo è vero e provato. Tuttavia è un metodo come un altro per allungare il pene, organo per antonomasia non modificabile. Questo significa che i risultati, sebbene presenti saranno comunque limitati!

Ovviamente, non sono da trascurare i rischi. Il Jelqing può portare a gravi problemi nella forma e nel funzionamento del pene. Si possono formare “bozzi” e irregolarità, per non parlare delle difficoltà ad ottenere l’erezione. Inoltre non sono rari casi di bruciore, infiammazione o prurito dopo l’esercizio.

Il Jelqing andrebbe praticato solo in caso di reale necessità, ma soprattutto, solo se consigliato dal medico curante. Svolgere l’esercizio se non necessario, non fa altro che aumentare il rischio di problemi dove problemi non ci sono! Leggi di più per scoprire dei fantastici consigli su: Jelqing Esercizi.

Allungamento del pene -100% Naturali

In giro per il mondo, ogni giorno migliaia di uomini cercano sulla rete come allungare il pene in modo naturale. Le prossime righe, offrono notizie interessanti su: Jelqing Esercizi.

In primo luogo è importante conoscere le dimensioni medie del pene a livello globale o la media del proprio paese e confrontarle con il proprio per valutare o no un “piano di allungamento del pene”. In rete vengono proposte diverse soluzioni per l’allungamento del pene tra cui pastiglie, creme e pompette. Questi mezzi spesso si rivelano poco efficaci e quasi sempre potenzialmente pericolosi per l’utilizzatore. Le pastiglie si basano su principi attivi di dubbia efficacia, in ogni caso è consigliabile leggere accuratamente gli ingredienti e ricercarli approfonditamente in rete per verificarne l’efficacia.

Allo stesso modo le pomate potrebbero contenere dei falsi principi attivi, inoltre è bene stare ancora più attenti dato che potrebbero provocare irritazioni o reazioni allergiche quando applicate direttamente sul pene o sui testicoli. Un principio diverso è quello delle pompette che stimoleranno un vero e proprio “gonfiaggio” a vuoto del pene, questa procedura è efficace temporaneamente perché effettivamente dilata i vasi sanguigni, ma contemporaneamente molto pericolosa perché può portare ad una vera e propria esplosione del pene stesso. Questo articolo svela fantastici consigli su: Jelqing Esercizi. Allungare il micropene tra 5 a 10 cm in 16-24 settimane. Clicca su: questo link per maggiori informazioni su: Problemi di Erezione.

Conclusioni

Jelqing Come Fare
Informazioni su Jelqing Esercizi – Funziona

Hai mai sentito parlare di Jelqing Testimonianze? In realtà non esiste un metodo assoluto per l’ingrandimento del pene, tuttavia è possibile pianificare ed eseguire su base quotidiana degli esercizi che possono realmente stimolare la circolazione, la muscolatura presa in causa durante l’atto sessuale e possono migliorare le performance sessuali. Gli esercizi sono di diverso tipo, possono andare dall’allenamento dei muscoli pelvici, alla stimolazione del corpo spugnoso fino ad arrivare allo stretching che prenderemo in esame ora.

Questo tipo di esercizio si può svolgere in due modi: a pene eretto o a pene flaccido, ed avrà effetto principalmente sulla lunghezza del pene (a discapito dello spessore).

L’esercizio è mirato all’allungamento dei legamenti, dal momento che circa metà del fallo è interna al corpo, l’allungamento di essi ne permetterà la graduale fuoriuscita per ottenere una superficie utilizzabile maggiore. Bisognerà applicare delicatamente e gradualmente una costante tensione del pene flaccido per circa 15 secondi alternata a 15 secondi di riposo. È bene che la pratica sia effettuata al massimo 2 volte al giorno per un massimo di 3 giorni a settimana non consecutivi.

Per l’alternativa a pene eretto bisognerà delicatamente spostare il corpo eretti prima a destra per 30 secondi ed allo stesso modo nelle altre 3 direzioni, facendo una pausa di 20/30 secondi tra una tensione e l’altra. È bene ricordare che è un esercizio di stretching e che non bisogna in nessun caso sentire dolore, se si prova anche solo fastidio, si deve sospendere la procedura e ripeterla delicatamente in secondo luogo. Questa è la cosa più importante che dovresti sapere su: Jelqing Esercizi. Vedere i Jelqing risultati in 1 settimana.